Categories
Notizie

I costumi di nuova generazione tornano in gara

La nuova lista dei costumi approvati dalla FINA riammette i costumi hi-tech.

Gara di nuoto (www.zimbio.com)
Gara di nuoto (www.zimbio.com)

Lo scorso Lunedì 22 Giugno la FINA ha pubblicato la nuova lista dei costumi omologati, riconvalidando anche quelli di nuova generazione esclusi nella precedente lista che aveva sollevato diverse polemiche nel mondo del nuoto.


Per il riesame della Commissione Costumi della FINA alcuni marchi hanno presentato dei costumi modificati per rientrare nei parametri richiesti della Dubai Chart (esempio il X-Glide di Arena) o argomentazioni dimostranti che il prodotto in esame non crei l’air-trapping, intrappolamento dell’aria nel costume (esempio il K10 di Blueseventy ed il 01 di Jaked).
Con la nuova lista la FINA in pratica appiana la situazione attuale, riamettendo tutti in gara per Roma 09 in attesa del 2010 dove le nuove regolamentazioni obbligheranno i diversi marchi ad un adeguamento fattibile e senza grossi traumi, visto che i Mondiali e le Olimpiadi saranno lontani.
La FINA comunica che la decisione di riammettere i costumi anche di nuova generazione (realizzati interamente o parzialmente in poliuretano) è dovuto al fatto che sia difficoltoso verificare al momento se l’effetto del air-trapping comporti un vantaggio prestazionale.
Rimane il problema dei record: sono oltre un centinaio quelli mondiali realizzati nelle ultime due stagioni e si potrebbe profilare la medesima situazione creatasi nell’atletica, dove vi sono tuttora primati difficili da battere dei quali alcuni ottenuti negli anni ’70 e con probabilità grazie all’allora comune pratica del doping.

2 replies on “I costumi di nuova generazione tornano in gara”

Scusate il disturbo…ma secondo voi un 12.41 sugli 800sl senza costumone quanto può valere?
io so di essermi spolmonata..sono uscita dall acqua e ho raggiunto le mie ciabattine lasciate a bordo vasca gattonando. Cosa potrei fare con un costumone? Magari evitare di rantolare per 10minuti facendo lo steso tempo? Ho iniziato a fare gare quest anno, quasi per gioco,usando il nuoto come terapia riabilitativa post frattura. La curiosità di provarne uno è tanta. Ai campionati italiani 2009 a Riccione non c’era atleta senza costumone….ma pure le più pippe lo avevano!!! Io resisto ancora un paio d’anni….magari prima imparo a fare i tuffi e poi ne compro uno!

Cara Valentina,
ti rispondiamo per punti:
-il tuo tempo è già un buon inizio, tieni conto che dipende da età, allenamento e tecnica. Ti diamo come traguardo l’abbattimento di 1 minuto per avere valori interessanti a livello master.
-con un costumone abbatti mediamente 1 secondo ogni 100 metri
-attendi i nuovi costumi del 2010, ci saranno molte novità
Visita questa pagina per qualche dritta su allenamenti e tecniche
http://www.nuotoacquelibere.com/category/allenamenti-diete-strategia-nuoto-acque-libere-fondo/
Ciao!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *