Categories
Allenamento e Strategia

Allenarsi nelle acque libere

Suggerimenti per l’allenamento in mare o nel lago

CONTENUTO DISPONIBILE PER I SOLI ISCRITTI A NAL

4 replies on “Allenarsi nelle acque libere”

Ciao a tutti, sono una donna, vivo in Puglia vicino al mare e vorrei allenarmi in mare anche in inverno, quale costume mi consigliate di acquistare, per costi, resistenza all’usura, copertura termica?
vi ringrazio in anticipo e buonproseguimento

Carissima,
possiamo consigliarti principalmente una muta specifica per il nuoto di 5 millimetri, non meno una cuffia che protegga la testa e quanto più possibile le orecchie. Tutti prodotti che trovi sicuramente in un negozio specializzato per il nuoto ed il sub, dove potrai di certo trovare e provare il capo a te più adatto.
Per prolungare la vita dei prodotti utilizzati in mare, ti consigliamo di sciacquarli con abbondante acqua dolce a fine allenamento. Per quanto riguarda la muta, dopo che si è asciugata riponila stesa con una gruccia a spalle larghe e non piegarla.
Buon nuoto!

Staff NAL

Ciao ,sono un’amante del nuoto di fondo in acque libere da quando avevo 16 anni,anche se’ a suo tempo non era tanto considerato ,ora ne’ ho 46 , quest’anno vorrei partecipare a qualche gara master , vorrei sapere se nelle gare con acque a basse temperature ,la muta e’ di obbligo???……ci sono dei tempi limiti per terminare le gare ??
grazie e complimenti per sito

Caro Maurizo,
nel circuito della federazione italiana (FIN) la temperatura minima consentita per far svolgere la competizione è 16 gradi centigradi, non è possibile indossare alcuna muta ma solo un costume da nuoto approvato dalla federazione internazionale (FINA) ed è ammesso utilizzare grassi ed unguenti per diminuire la dispersione termica, come ad esempio la vasellina e la lanolina.
Il regolamento può invece differire per quelle competizioni non appartenenti alla FIN e dove può essere consentito od obbligatorio l’uso della muta. Sarà quindi adeguarsi caso per caso.
Riguardo il tempo massimo, il regolamento federale definisce il tempo massimo per concludere una gara in base al primo atleta arrivato:
– di 60 minuti per le gare dai 5K ai 10K;
– di 90 minuti per le gare dai 10K in poi
– di 120 minuti per le gare dai 15K in poi
Sulla distanze del mezzo fondo non è previsto tempo limite se non indicato nal regolamento della gara.
Inoltre, il Giudice Arbitro ha il potere di modificare questa norma in casi particolari di gara.
Come per l’abbigliamento gara, anche il tempo massimo viene regolamentato diversamente o con altre misure in tutte le altre gare al di fuori del circuito FIN. Anche in questi casi, consigliamo di leggere ben bene il regolamento e domandare all’organizzatore della manifestazione.
Buon nuoto e grazie per i complimenti!

Staff NAL

Leave a Reply to Editore Cancel reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *