Categories
Allenamento

Iniziare ad allenarsi in piscina per le acque libere

Per chi pratica il nuoto in acque libere non è poi tanto strano domandarsi se si possa preparare questa specialità evitando l’allenamento in vasca per periodi più o meno luoghi

Per chi pratica il nuoto in acque libere non è poi tanto strano domandarsi se si possa preparare questa specialità evitando l’allenamento in vasca per periodi più o meno luoghi.
Anche se la specialità si svolge al di fuori dalla piscina, l’allenamento per il nuoto in acque libere non può esimersi da una preparazione in vasca sia per motivi tecnici sia per quelli climatici.
Il clima del territorio determina la necessità di nuotare in piscina ma l’allenamento in vasca è anche importante quanto necessario per curare diversi aspetti che difficilmente l’ambiente naturale può consentire: il cronometraggio delle frazioni percorse, l’utilizzo di ausili per il potenziamento ed il miglioramento dello stile, la percezione della velocità. ecc.
Nuotare in vasca è propedeutico al nuoto in acque libere perché ne consente la preparazione, il miglioramento ed il mantenimento.
In pratica le sedute in acque libere servono per finalizzare la preparazione seguita in vasca, in particolare per allenarsi sull’orientamento e capacità di rotta, stare in gruppo e sfruttare le scie, curare le virate, abituarsi al gesto atletico continuo e recuperare attivamente dopo i cambi di ritmo, simulare una gara e familiarizzare con l’ambiente per acquisire esperienza nelle diverse circostanze che le acque libere possono avere. Non meno, provare anche i prodotti, come creme, integratori, occhialini e costumi.
Chi desidera avvicinarsi a questo mondo non è necessaria un’attrezzatura da professionista, bensì è sufficiente quella tipica per il nuoto in piscina. Arena, Nike, Speedo e Adidas offrono diversi modelli di costumi, occhialini, ciabatte e borse da uomo e da donna, adatti sia al nuoto in vasca sia a chi è alle “prime armi” in acque libere.
prodotti nuoto

A prescindere dalla prestazione in gara, quindi, il nuotatore che riesce a gestire la propria nuotata nelle diverse condizioni possibili è colui che non dovrà mai rinunciare ad alcune gare, questo grazie al bagaglio di esperienza acquisita che permette di superare al meglio i diversi imprevisti.

5 replies on “Iniziare ad allenarsi in piscina per le acque libere”

Ciao, a Milano c’é qualche gruppo organizzato per allenarsi o partecipare a traversate o nuotate in acque libere? Grazie!

Caro Alberto,
nella sezione Società sportive fondo trovi l’elenco delle società sportive che praticano il nuoto di fondo e nuoto in acque libere. Elenco suddiviso per regione.
Saluti sportivi!

Staff NAL

La modella a destra della foto prodotti è così evidentemente anoressica (e di sicuro non un’atleta) che io non l’avrei pubblicata per protesta….

ciao,ho 25 e vorrei cominciare a fare serf,ma mi blocca il fatto di non aver tanto confidenza con l’acqua alta,per cui sono principiante.quando non si tocca si deve continuamente nuotare per stare a galla,e una situazione dove se non ti dai da fare affoghi.mi parli della vostra prima esperienza con l’acqua alta,soprattutto come hai fatto a sconfiggere il panico che si crea in quella situazione? sembra che ci sia un trucco che sanno in pochi.devo x forza fare un corso in piscina?
grazie ciao

Caro Roberto,
la Fanzine NAL è chiusa definitivamente, ci dispiace.
Non ci sono trucchi ma validi consigli dettati dall’esperienza e dall’analisi del problema di ognuno: i blocchi sono soggettivi e vanno analizzati singolarmente.
Se desideri prendi contatto con lo Staff della società sportiva NAL, riferimenti che trovi al indirizzo internet http://www.nalasd.com.
Saluti sportivi!

Staff NAL

Leave a Reply to Editore Cancel reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *