Categories
Notizie

FINA e LEN sospendono Flavio Bomio

Flavio Bomio è stato sollevato dall’incarico TOWSC che ricopriva per LEN e FINA a seguito dell’arresto per abusi sessuali su minori

Flavio Bomio, ex FINA e LEN TOWSC
Flabio Bomio è stato sollevato dall’incarico TOWSC che ricopriva per LEN e FINA a seguito dell’arresto per abusi sessuali su minori.


Dopo una tempesta di notizie stampa riguardo il presunto abuso sessuale su minori e dalle informazioni ricevute dalla Swiss Swimming Federation, la FINA ha sospeso Flabio Bomio dalla carica di Segretario Onorario della Commissione Tecnica di Nuoto in acque libere FINA (FINA TOWSC).
In una dichiarazione rilasciata Giovedì 22 Dicembre, la Federazione Internazionale di Nuoto dichiara pubblicamente anche attraverso il proprio sito istituzionale che sostiene la Swiss Swimming Federation e condanna fermamente l’abuso sessuale di minori.
Nello stesso giorno anche LEN, la Federazione Europea di Nuoto, ha comunicato il sollevamento di Bomio da tutti gli incarichi ricoperti, figura ben conosciuta dalla comunità internazionale del nuoto in acque libere internazionale.
Bomio è allenatore di indubbia fama: ha portato vincere in campo internazionale diversi atleti svizzeri e statunitensi, negli ultimi anni ricopriva posizioni di potere come tecnico delle commissioni per il settore acque libere per FINA e per LEN, dal 1999 è stato anche referente o amministratore di diversi campionati mondiali ed europei, partecipando alla crescita del movimento di questa disciplina come lo conosciamo oggi, sino a far parte delle commissione di indagine sulla morte del nuotatore professionista Francis Crippen.
Tuttavia, dopo cinque decenni in questo sport, Bomio è agli arresti in un carcere in Ticino (Svizzera) dopo le accuse d’aver molestato sessualmente almeno 20 minorenni dai 12 ai 16 anni.
L’arresto e la detenzione è stata eseguita lo scorso 16 Dicembre, poco prima della sua partenza con numerosi atleti per un viaggio di formazione in Florida (Stati Uniti).
Secondo i giornali locali, gli abusi che si contestano a Flavio Bomio vanno dal 1970 fino a tempi recenti. La polizia ha iniziato ad investigare il mese scorso dopo la denuncia di una sua presunta vittima. L’indagine continua.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *