Categories
Nutrizione Ricerche e Studi

La caffeina più efficace della pseudoefedrina

Un nuovo studio dimostra i benefici della caffeina per le prestazioni sportive, tanto da risultare migliore della pseudoefedrina, quest’ultima sostanza proibita

Integrazione e sport (foto da foodnavigator.com)
Sia la caffeina sia la pseudoefedrina sono riconosciuti come stimolanti per il sistema nervoso centrale ma, mentre la caffeina è una sostanza consentita mentre la pseudoefedrina è una sostanza proibita.
Un nuovo studio pubblicato sul International Journal of Sport Nutrition and Exercise Metabolism, non solo conferma i benefici caffeina (CAF) sulla prestazione ma, addirittura, dimostra la migliore efficacia rispetto ad una dose illegale di pseudoefedrina (PSE).
Lo studio ha confrontato gli effetti sulla prestazione cronometrica in bicicletta (cycling time trial – TT) ) assumendo caffeina o pseudoefedrina, verificando se lo stimolante legalizzato potesse essere meno ergonenico rispetto la sostanza proibita
Allo studio hanno partecipato 10 ciclisti e triatleti maschi ben allenati. Tutti gli atleti si sono sottoposti a quattro incontri di laboratorio, una di familiarizzazione e tre prove sperimentali, dove si è richiesto ai partecipanti di completare una simulazione di 40 km in bicicletta TT (1.200 kJ) dopo l’ingestione di 200 mg di CAF, 180 mg di PSE o da una sostanza non nutritiva per l’effetto placebo (PLA).
Dai risultati risulta che il tempo totale impiegato e la potenza media prodotta durante ciascun TT non è significativamente differente (p > .05) tra le prove, nonostante un tempo migliore del 1,3% (~ 57 s) dopo il consumo di CAF.
È interessante notare che il tempo necessario per completare la seconda metà del TT è significativamente migliore (p < .05) con l'integrazione di CAF rispetto al PSE (by 99 s), suggerendo un effetto benefico del 91% del CAF durante la seconda metà del TT. In conclusione, i test dimostrano ulteriormente i benefici ergogenici per la performance usando la caffeina, tanto da essere in questo caso migliore rispetto alla pseudoefedrina.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *